Spedizione gratuita per ordini superiori a EUR 50.00

Crampi muscolari: perché si presentano e come prevenirli

Cosa è un crampo muscolare?

Un crampo muscolare è una contrazione improvvisa, involontaria e transitoria (una sorta di spasmo) di un muscolo o di un gruppo di muscoli.

Generalmente, pur essendo innocuo, provoca dolore e rende temporaneamente impossibile l'esercizio del muscolo interessato.

Spesso insorge dopo l'uso fisico intenso, ma può capitare che si manifesti a riposo o durante il sonno.

I crampi muscolari possono essere quindi un fastidioso e doloroso ostacolo lungo il percorso del raggiungimento della forma fisica. I crampi infatti possono colpire tutti, principianti o professionisti che siano.

Colpiscono principalmente polpacci, quadricipiti e bicipiti femorali.

Cosa provoca i crampi muscolari

I crampi possono essere impostati da vari motivi:

  • Carico di allenamento intenso
  • Elevazione della temperatura
  • Disidratazione
  • Squilibri di fluidi e minerali ( carenza di magnesio, potassio ecc.)
  • L'avanzare dell'età
  • Diabete
  • Mancanza di sonno

Probabilmente però non esiste una sola causa scatenante ma il crampo è una combinazione dei fattori sopra menzionati che possono quindi generare squilibri idro-elettrolitici , di cui il campanello d'allarme è proprio la comparsa di crampi.

Un piccolo approfondimento meritano i crampi notturni.

Le zone più soggette a crampi notturni sono il polpaccio e la pianta del piede.

Anche in questo caso gli squilibri idroelettrolitici (disidratazione e mancanza di minerali) e metabolici, hanno un ruolo importante ma le cause di questi squilibri vanno fondamentalmente ricercate nella sedentarietà e nelle cattive abitudini alimentari .

Cosa fare quando si presenta il crampo

Se avverti il ​​dolore tipico del crampo durante l'assistenza fisica, innanzitutto prenditi una breve pausa, dopo di che:

  • Cerca di reidratarti per integrare gli elettroliti e l'acqua persi durante l'uso fisico. (non è un rimedio istantaneo e assoluto ma sarà molto utile.);
  • Fai stretching : se il crampo è necessario da affaticamento, lo stretching è certamente utile.

La cosa migliore è però ascoltare i segnali che il nostro corpo ci invia ed eviterai di arrivare a questo punto.

Ricordati, dopo l’allenamento, di utilizzare oli e creme naturali defaticanti e antiinfiammatorie per favorire e velocizzare il recupero.

Se invece avverti i crampi notturni, il rimedio non sarà essere immediato, nonostante un po 'di stiramento e il dolore passerà e lo spasmo si rilasserà, cosa devi assolutamente fare?

  • Cerca di non essere sedentario (chi conduce una vita sedentaria indebolisce i muscoli, e tende ad assumere delle posture prolungate spesso scorrette);
  • Cerca di avere delle buone abitudini alimentari (i crampi notturni sono molto spesso legati a fattori metabolici di conseguenza dell'alimentazione. Seguire una dieta sana e varia, eviterà lo squilibrio e le carenze di sostanze utili per tutto il nostro corpo, muscoli compresi).

Come prevenire i crampi muscolari

Ecco alcuni consigli utili per chi non è sedentario:

  • Sciogli i muscoli . Integra stretching ed esercizi di rilassamento nel tuo piano di allenamento.
  • Varia la dieta e integra i minerali necessari.
  • Dai al tuo corpo il tempo giusto e aumenta in modo graduale l'intensità dell'allenamento.
  • Bevi e idratati durante gli allenamenti, in particolare durante le giornate calde o se sudi in modo eccessivo.

    Le indicazioni di questo articolo hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figura professionale come medico, nutrizionista o dietista, preparatore atletico.
    Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.